Costo Cremazioni a Roma

Come facciamo a conoscere il costo cremazioni a Roma? Di solito la cremazione rientra nell’ambito della preparazione di un funerale, semplicemente è l’atto finale attraverso il quale andiamo l’addio al defunto.

Perciò, è molto importante inserirlo in un contesto di preparazione alle ultime esequie, dove il defunto verrà esposto prima all’interno di una camera mortuaria (quando possibile perché non sempre le sue condizioni lo permettono) e dopo verrà invece portato in chiesa per il funerale oppure verrà fatto un rito non religioso o della religione di appartenenza.

Se viene scelta la cremazione allora quello che accade è che dopo il funerale il carro funebre trasporterà la bara con il defunto al forno crematorio, per la cremazione appunto. Il forno crematorio ci metterà qualche ora per incenerire la salma, anche grazie all’essenza di legno della bara che favorisce la combustione. Dopodiché il risultato saranno determinati chili di cenere che vengono inseriti dentro l’urna cineraria che di solito viene fornita dalle pompe funebri durante la preparazione del funerale. L’urna cineraria verrà riconsegnata completamente sigillata ai parenti del defunto che hanno espresso questa preferenza appunto all’agenzia di pompe funebri. Affinché avvenga la cremazione ci devono essere dei requisiti specifici, ma seguito un determinato percorso si riuscirà ad ottenerlo nella maggior parte dei casi, con una quota variabile di spese che dipende molto dal Comune di appartenenza, perché alcuni comuni forniscono anche di contributi in merito per aiutare le famiglie a fare questa scelta.

Dove finiscono le ceneri del defunto

Una domanda piuttosto interessante, per tutti coloro che sono interessati appunto a richiedere la cremazione di un defunto, riguarda la destinazione finale delle ceneri. Ci sono tante possibilità in merito.in molti scelgono di lasciare l’urna cineraria all’interno di un apposito spazio destinato ad essere all’interno del cimitero comunale.

Chi ha una cappella di famiglia sceglie quella, oppure c’è anche chi decide di tenerle in casa.

Va assolutamente sottolineato che le ceneri non possono essere portate qua e là a proprio piacimento, perché sono attentamente vigilate da organi di controllo che possono anche fare delle ispezioni, per cui è bene fornire dei dati veritieri in merito. Alcuni desiderava disperdere le ceneri, anche perché sembra un rito piuttosto poetico e magari il defunto lo ha espressamente chiesto. La dispersione può avvenire in mare, in cielo o in terra ma non ovunque vogliamo.

Ci sono degli spazi disciplinati anche in questo caso a seconda del Comune di appartenenza, comunque è bene sempre richiedere l’autorizzazione dell’ufficiale di stato civile per la dispersione delle ceneri.

Per quanto riguarda la persona deputata ad effettuare la dispersione potrebbe essere il coniuge oppure uno dei parenti.

Se il defunto aveva espresso chiaramente la volontà di venire cremato allora potrebbe aver indicato anche la persona che incarica di questo compito. Sicuramente scegliere di cremare una persona è un passo che in molti potrebbero ancora oggi ritenere un po’ troppo definitivo, eppure sono sempre di più coloro che aderiscono a questa pratica e che esprimono questa loro volontà, nelle sfumature che più ritengono consone.

Puoi Contattarci al numero 0645548090